Roma in Bocca - sito dedicato alla cucina romana e alla sua storia, piatti tipici della tradizione romana

facebook
Menu Ricette Menu Rubriche
Cerca una ricetta
Portata:
Ricetta:

La cuoca in cucina
Il Calendario a Roma

Il calendario

I romani cominciarono a costruire orologi solari, ad acqua, le meridiane e le clessidre, soltanto a partire dal II sec. a.C., ad imitazione dei greci. In precedenza, per misurare lo scorrere del tempo, si basavano sulla posizione del sole: quando si trovava nel suo punto più alto, a mezzogiorno, un suono di tromba lo annunciava a tutta la città. I romani dividevano le ore del giorno in due parti: 12 diurne (dalle 6 alle 18 o dall'alba al tramonto) e 12 notturne (dalle 18 di sera alle 6 di mattina). Le Kalendae sono state istituite da Numa Pompilio. Il calendario così come fu riformato da Giulio Cesare è utilizzato ora in Occidente e in molti altri paesi del mondo. I Romani utilizzavano originariamente il calendario lunare in cui il mese corrispondeva ad una lunazione. Romolo stabilì che il calendario avesse 10 mesi ma fu Numa Pompilio per farlo coincidere con l'anno solare, a portarlo a 12 mesi aggiungendo gennaio e febbraio. Nel 46 a.C. Giulio Cesare riformò il calendario su base solare. Divenne di 365 giorni e si introdussero i bisestili a cadenza quadriennale. Poi nel 1582 papa Gregorio XIII apportò alcune correzioni per cui il nostro calendario è chiamato gregoriano. Fu Costantino nel IV secolo d.C., ad introdurre la settimana di origine orientale, facendo un compromesso tra il mondo pagano e quello cristiano. I Romani contavano i giorni in riferimento alle Calende (il primo giorno di ogni mese), alle None e alle Idi. Le Calende erano il novilunio, le Idi corrispondevano al plenilunio e le None era una data intermedia(nove giorni prima delle Idi). Durante le Calende, le Idi e le None era vietato il lavoro. Il nome dei giorni della settimana ha origine dai pianeti, secondo le credenze romane: lunedì era dedicato alla luna (lunae dies = giorno della luna), martedì a Marte, mercoledì a Mercurio, giovedì a Giove, venerdì a Venere. La parola sabato invece proviene dall'ebraico e significa riposo, mentre la parola domenica ha origine cristiana e significa giorno del signore, a ricordo della resurrezione di cui si parla nei vangeli. Molte civiltà al posto di giorno del signore usano giorno del sole. I MESI nell'antica Roma

Ianuarius
Inizia l'anno con il mese dedicato a IANUS, Dio Supremo a cui per buon auspicio si dedicava una Mensa in cui erano presenti farro, frutti degli alberi, miele e bevande fermentate. Il primo giorno dell'anno, era usanza fare gli auguri e donare strenne di buon auspicio per l'anno nuovo.
Februarius
Il mese sacro a Februs/Febris era denso di rituali di purificazione; Tutto il periodo era dedicato anche alla propiziazione della primaVera e della rigenerazione solare alla fine del tempo scuro e del freddo.
Martius
Il mese inaugura l'Anno sacrale Romano è il mese che da inizio veramente all'Anno nuovo perché con esso si manifesta il Sole che vince le Tenebre. Il mese è sacro a Mars espressione di Volontà Celeste Costruttiva, Mars è Padre di Romolo che delimita Roma con Aratro-Agricoltura-Pace e caccia le forze del disordine -superbia Remo con la Guerra. Marte diventa così il difensore armato della terra coltivata e mantiene l'equilibrio, l'ordine e la pace.
Aprilis
E' il mese di Venus/Aphroditis. Aprolis da Aperire = schiudersi, germinare. La vitalità sboccia lussureggiante e il sole risplende . Venus è la dea che rappresenta la potenza genitrice di tutte le cose, madre di Enea e di tutta la stirpe Italica che da lui proviene, è bella e splendente di forza perpetua è rigenerazione e Bellezza, Giustizia e Verità. Rappresenta l'Amore e l'esuberante forza delle vita che rinasce in PrimaVera.
Maius
Questo mese è sacro a Maius Tutto il mese è celebrazione della Fruttificazione. I riti sono dedicati a propiziare i commerci , le arti di Mercurio e i raccolti. In questo mese sono interdetti di Matrimoni.
Iunius
Il mese è sacro a Iuno/Vesta Regina e Madre degli Dei ed esempio di Amore e concordia coniugale E' il mese favorevole ai matrimoni.
Iulius
Mese che in origine era il quinto, nel 44 a.C. dal Senato venne dedicato a Caius Iulius Caesar essendo egli nato in questo mese e dedicando a lui il nome di queste mese. Questo mese è sacro all'Onore come realizzazione della Giustizia Divina, alla Felicitas, alla pienezza della Volontà, alla Fortuna e alla Vittoria di Caesar. Augustus È mese in onore di Cesare Ottaviano Augusto simbolo dell'eroe vittorioso. In questo mese si esalta la restaurazione del Regno e si propizia il raccolto. Semptember Mese sacro a Pomona Signora dei Pomi d'oro. Con la cornucopia piena di frutti inonda il mondo e l'anima. Rappresenta la Pienezza dei raccolti. October Il mese si compie nel segno di Mars poiché segna il passaggio dalle campagne di guerra alle operazioni agricole. November È sacro a Diana Feronia. Nono mese del calendario primigenio è mese CUPO. Tutta la vita si arresta e si ritira il ciclo solare entra ne periodo più oscuro dell'anno le tenebre hanno qui il sopravvento: il seme prende contatto con la terra, scende agli inferi e muore. Il mese è poverissimo di feste. December Il mese è sacro a Saturno che da un lato e simbolo della fine del ciclo annuale. Esprime lo stato di caos Il sole arriva nel punto più angusto della parabola discendente dando quasi l'impressione di scomparire. Tutto è tenebra e silenzio.

, piatti tipici romaneschi, cucina romana, piatti tipici della tradizione romana, ricette tipiche della cucina romana, monumenti di Roma