Roma in Bocca - sito dedicato alla cucina romana e alla sua storia, piatti tipici della tradizione romana

facebook
Menu Ricette Menu Rubriche
Cerca una ricetta
Portata:
Ricetta:

La cuoca in cucina
Le verdure nelle ricette romane

Le verdure dell'agro romano

Le verdure tipiche della nostra provincia sono:  carote, finocchi, sedani, broccoli, lattuga, puntarelle, carciofi e zucchine. Tutte inserite nei piatti tipici della cucina romana e nella cucina dei nostri giorni

Il broccolo romanesco
E' una varietà di broccolo tipica della campagna romana, che si trova nei mesi da ottobre ad aprile. il nome deriva da 'brocco', che in romanesco significa germoglio, ed infatti la sua caratteristica sono proprio i germogli secondari e la forma a punta.
ll gusto è dolce e risulta ottimo come condimento per la pasta, magari soffriggendo i broccoli tagliati a pezzi con olio di oliva e pancetta.

Gallinella 
La gallinella, o valerianella o songino, è un'insalata con foglie carnose, piccole e di colore verde scuro, raccolte in piccoli cespi, che cresce anche in prati e terreni sabbiosi.
Ricca di vitamine A e C, ha effetti benefici sulla circolazione del sangue e stimola l'attività di fegato, reni ed intestino. Ottimo l'abbinamento con la ricotta romana.

Puntarelle
Almeno fino all'inizio del secolo scorso, Roma era caratterizzata dalla presenza di numerosi orti urbani e vigneti, situati proprio dove oggi sorgono palazzi e strade. Non  è quindi un caso se le 'erbe', come direbbe il Belli, sono onnipresenti nella gastronomia romana. Uno dei piatti più gustosi e tipicamente romani sono le puntarelle con battuto d'alici. Si tratta di  germogli di una particolare varietà di cicoria, la catalogna, che, dopo essere stati messi a bagno in acqua fredda per farli arricciare, vengono conditi con un battuto di aglio e alici salate, aceto e olio extravergine d'oliva, dove devono essere lasciate a riposare almeno un quarto d'ora.

Rucola
La rucola era nota fin dai tempi degli antichi romani, che non la facevano mai mancare nei pranzi e nelle cene importanti. 
Ne parlano infatti Orazio, Marziale e molti altri scrittori dell'epoca. E' una verdura dal sapore amarognolo, detta comunemente 'rughetta', che ben si abbina ad esempio con la bresaola, insaporendo il tutto con un filo di olio extravergine di oliva e scaglie di pecorino romano. Un piatto freddo, rapido e gustoso
I carciofi sono verdura ampiamente utilizzata nella cucina romana, sia come contorno che come condimento
per dei primi piatti molto gustosi. Sono in grado di arricchire secondi piatti semplici donando un tocco appetitoso.
La cucina romana ha da secoli sfruttato ampiamente le qualità organolettiche del carciofo,
questa pianta è infatti conosciuta nel nostro paese  fin dal 4 secolo a.c..
I romani la utilizzavano spesso nelle loro ricette, e se ne conosce utilizzo anche tra i greci che occupavano la nostra penisola.

I carciofi
Il carciofo nasceva inizialmente spontaneo presso il nostro territorio.
Comunemente conosciuto con il nome di cardo nei secoli scorsi, è stato pian piano "addomesticato" e coltivato fino a renderlo quella squisita verdura che tutti noi conosciamo.
Ne esistono differenti varianti in base alla zona di coltivazione.
Ovviamente quella maggiormente utilizzata nella cucina romana è la varietà romanesca,
dal sapore dolce e caratterizzato dalla quasi totale mancanza di spine.

Molte sono le ricette della cucina romana che si possono preparare con le verdure. Qui di seguito vi presento alcune ricette tra le più famose, appetitose e tradizionali:

PEPERONI ALLA ROMANA
Ingredienti
Un peperone a persona, mezza cipolla, olio e 200 g di pomodori pelati
 
Preparazione
Scegliete peperoni colorati, arrostiteli sulla fiamma così da poter togliere loro la "pellicola" superficiale. Apriteli, togliete i semi e tagliateli a fette abbastanza larghe. Soffriggete intanto nell'olio una cipolla piuttosto grossa tagliata a fette e aggiungetevi 200 g di pomodori, privati della pelle e dei semi. Condite con sale e pepe e lasciate cuocere per circa 10 minuti. Unite infine i peperoni, fateli insaporire per cinque minuti e serviteli caldi.

FAVE CON GUANCIALE
Ingredienti per 5 persone
500g di fave fresche
olio extravergine d'oliva
mezza cipolla
200g di guanciale
mezzo bicchiere di vino bianco secco
sale e pepe

Preparazione
Questa è una ricetta molto saporita dagli ingredienti derivanti dalla tradizione romana: le fave e il guanciale. Un piatto rustico che si prepara velocemente.         
Sbucciate le fave fresche e preparate un soffritto con un cucchiaio di olio, mezza cipolla affettata e 200 g di guanciale tagliato a dadini.                     
Quando il soffritto è rosolato, aggiungete le fave, allungate con mezzo bicchiere di vino bianco secco, sale e pepe. Lasciate cuocere a fuoco basso per 15/20 minuti e servite.


Altre ricette con verdure:

BROCCOLETTI IN PADELLA
Ingredienti per 6 persone
1,5 Kg di broccoletti di rape
2 o 3 spicchi di aglio
1/2 peperoncino piccante
sale e olio extravergine d'oliva

Preparazione
Eliminate i gambi e le foglie più dure e lessate i broccoletti in abbondante acqua salata.
In una padella soffriggete l'olio di oliva extravergine, due o tre spicchi d'aglio e il peperoncino piccante
Ripassate i broccoletti scolati, fateli insaporire bene e aggiungete del sale se fosse necessario.

PISELLI CON PROSCIUTTO
I piselli romaneschi, come gran parte delle verdure coltivate intorno a Roma, sono dolcissimi e tenerissimi
Ingredienti per 6 persone
1 Kg di piselli
100 g burro
1 cipolla
50 g di prosciutto crudo
sale e pepe

Preparazione
Sgranate i piselli e metteteli a cuocere in una pentola dove abbia soffritto leggermente il burro e la mezza cipolla tritata.
Lasciate cuocere a fuoco vivo i piselli per 10 minuti e quando saranno cotti, aggiungetevi 50 g di prosciutto crudo tagliuzzato, sale, pepe e servite

Una delle ricette tipiche con le verdure sono le puntarelle

PUNTARELLE ALLA ROMANA
Ingredienti
Puntarelle
aglio
acciughe
olio extravergine d'oliva e sale

Preparazione
Pulite le puntarelle, staccate la parte esterna in senso verticale fin quando le vedrete arricciarsi.
Lavatele cont cura e mettetele in una insalatiera dove avrete strofinato prima dell'aglio.
Preparate una salsa piuttosto abbondante con acciughe, aglio, olio e sale, e mescolate bene Con questa salsa condite le puntarelle.

LA VIGNAROLA
Ingredienti

2 carciofi romaneschi
300 g di piselli sbucciati
300 g di fave sbucciate
1 cespo di lattuga romana 
2 cipollotti novelli
2 cucchiai olio extravergine di oliva
Sale  e pepe
Preparazione
In una pentola fate appassire a fuoco basso nell'olio i cipollotti a pezzetti.
Quando sono diventati trasparenti, aggiungete la lattuga romana tagliata a listarelle sottili ed i carciofi, precedentemente mondati e tagliati a spicchi.
Mescolate bene, salate e pepate. Coprite e fate cuocere, aggiungendo qualche cucchiaiata di acqua, se necessario. Lasciate cuocere per circa 10 minuti.
Aggiungete  i piselli e le fave. I tempi di cottura dipendono dalla tenerezza delle verdure, ma considerate circa 20 minuti. Potete servire la vignarola calda o tiepida, sia come contorno che come antipasto.



, piatti tipici romaneschi, cucina romana, piatti tipici della tradizione romana, ricette tipiche della cucina romana, monumenti di Roma